CalcioSport

Bari all’attacco: da Antenucci a Cheddira fino a Marras e Simeri, le garanzie di Mignani

C’è un reparto, nel Bari 2021/22, che ad ora offre più garanzie degli altri. Non tanto per il numero dei suoi componenti, quanto per le qualità e il credito di cui godono nell’area tecnica biancorossa. Si tratta dell’attacco. Reparto che Mignani intende allestire nelle sue idee con tre componenti. Poco conta che si tratti di un trequartista a supporto di due attaccanti o di tre interpreti che si alternano nelle rispettive posizioni, senza dare punti di riferimento ben determinati. Al centro del progetto, come spiegato dal ds Ciro Polito in sede di conferenza di presentazione, c’è Mirco Antenucci: legato da un altro anno di contratto, il numero 7 vanta un bottino di 38 reti nel primo biennio con il Bari. Anche lui, alla pari della squadra, deve però riscattare una stagione, la scorsa, ampiamente vissuta al di sotto delle attese. Gode di grande considerazione, alla pari di Manuel Marras: nonostante le proposte arrivate, anche dalla B, il 10 è considerato incedibile. In grado di svariare su tutto il fronte d’attacco, l’anno scorso l’ex Pescara ha garantito 8 reti e 7 assist. Curiosità: c’era lui in campo nel Livorno già retrocesso che con una vittoria al Menti avviò la discesa della Juve Stabia di Polito verso gli inferi della C nella stagione 2019/20. Ora ha l’occasione per rendere quel dispiacere un dolce percorso da condividere con il ds. Conosce bene Polito anche Simone Simeri, che con il dirigente è stato a Castellammare di Stabia prima e Ascoli poi. Un lungo inseguimento ha portato invece in biancorosso Walid Cheddira, punta centrale che andrà ad arricchire la batteria di attaccanti a disposizione di mister Mignani. Italo-marocchino classe ’98, arriva in prestito con diritto di riscatto dal Parma e in carriera ha giocato con Sangiustese, Arezzo, Lecco e Mantova, dove ha chiuso l’ultima stagione a quota 9 centri. Sarà a Storo, sede del ritiro dei biancorossi, probabilmente già da domenica. Detto di Andrea D’Errico, primo arrivo ufficiale del nuovo Bari per il quale si prevede un impiego da mezzala, si attende un pieno recupero negli ultimi 20 metri invece da Nicola Citro, operato a metà febbraio al crociato anteriore del ginocchio sinistro. Dovrebbe essere pronto al via della nuova stagione e sarà valutato già in Trentino. Salutati Neglia e Candellone, in uscita resta Terrani, che ha tante richieste. Sempre in attesa delle prossime mosse di mercato, con il mese di agosto che potrebbe offrire idee e opportunità oggi insperate.

Vedi anche

Back to top button