CalcioSport

Barletta, Altamura e Brindisi all’inseguimento della Cavese: i murgiani ripartono con la capolista

Il 2022, in un mercoledì dalle temperature decisamente gradevoli, si è concluso in maniera incoraggiante per le prime tre pugliesi del girone H di serie D: hanno vinto Barletta, Brindisi e Team Altamura e soprattutto ha perso la Cavese. Ha perso la prima della classe in trasferta nel derby campano contro la Nocerina consentendo alle inseguitrici di limare buona parte del gap. La classifica, al termine della prima metà di stagione, recita così: comandano i metelliani con 36 punti, seguono i barlettani a -4, gli altamurani e i brindisini a -5. Molto meglio, inutile nasconderlo, rispetto al tentativo di allungo precedente della Cavese, vanificato proprio dalla battuta d’arresto al “San Francesco D’Assisi”. La Puglia, insomma, può crederci e ha tanti motivi per farlo. Uno su tutti: la finestra professionistica del calciomercato che apre i battenti oggi e che può consentire a chi punta alla serie C di rinforzare ulteriormente i rispettivi organici. La ripresa del campionato, fissata per domenica prossima, propone tra l’altro già uno scontro direttissimo nella bagarre per l’alta classifica: Team Altamura contro la capolista Cavese una di fronte all’altra al “Tonino D’Angelo”, proprio nel giorno della ripartenza dopo la sosta natalizia e di fine anno. Più agevoli, almeno sulla carta, gli abbinamenti casalinghi di Barletta, contro il Gladiator, e Brindisi, con il Francavilla in Sinni. La lotta per la promozione diretta, intanto,, potrebbe non riguardare soltanto quattro squadre ma merita di essere allargata anche ad altre tre compagini, tutte pugliesi: il Nardò, nonostante le ultime due sconfitte esterne negli scontri diretti contro Brindisi e Team Altamura, il Casarano, rianimato dal successo sul Bitonto e capace di vantare un organico di qualità e profondità in tutti i reparti, e il Fasano, che ha accusato un calo nel segmento finale di girone d’andata ma che a dicembre ha investito parecchio sul mercato. Si ripartirà con Puteolana-Nardò, Casarano-Martina e Lavello-Fasano. Molto accesa è pure la bagarre che riguarda la zona salvezza e playout. Quando ci sono ancora 17 partite da giocare e 51 punti in palio, partono in leggero vantaggio Matera, reduce da dieci risultati utili consecutivi, Bitonto – 14 punti nelle ultime 7 gare – e Martina, tornato al successo prima della sosta. Rischiano tanto sicuramente, almeno di giocare i playout, Francavilla in Sinni e Lavello. Rischiano anche Molfetta e Gravina, chiamate a disputare un girone di ritorno importante per confermare la categoria: i biancorossi hanno deciso di affidarsi a Francesco Bitetto in panchina, i murgiani devono dar seguito alle due affermazioni, le prime in questo campionato, ottenute prima dello stop natalizio. Alla ripresa, ci sono già tanti scontri diretti: Matera-Molfetta, Afragolese-Bitonto e Nocerina-Gravina.

Vedi anche

Back to top button