CalcioSport

Cerignola ad Avellino contro il Giugliano: caccia al primo successo in terra campana per gli ofantini. Malcore e D’Andrea in avanti?

Matricola contro matricola. Sorpresa contro sorpresa. Rivelazione contro rivelazione. Con una sola differenza: il Cerignola ha concluso il vecchio anno con due vittorie e sei punti pesantissimi in chiave salvezaa, il Giugliano ha racimolato un solo punto nelle ultime tre del 2022. Le due squadre, vincitrici nella passata stagione dei gironi H e G di serie D si affrontano nel pomeriggio, a partire dalle ore 17.30, al “Partenio-Lombardi” di Avellino, palcoscenico degli incontri casalinghi dei campani. Ne offre di spunti interessanti l’intreccio tra le contendenti. Offre al Cerignola, che è arrivata alla sosta natalizia con ben 30 punti in cassaforte, la possibilità di compiere un altro passo, o, nella migliore delle ipotesi, addirittura tre, verso il raggiungimento dell’obiettivo principale, la conferma della categoria professionistica. Gli uomini di Michele Pazienza ripartono dai tre gol rifilati, nell’ultima esibizione di un anno solare strepitoso, al Monterosi, nella prima giornata del girone d’andata. Facile immaginare che il tecnico degli ofantini riproporrà dal primo minuto molti dei protagonisti di quel successo. L’unica novità, piuttosto scontata, il ritorno da titolare di Luca Russo. Fiducia molto probabilmente rinnovata dall’inizio, nel 3-5-2 cerignolano, a bomber Malcore, non distante dalla doppia cifra con gli otto centri attualmente all’attivo, e D’Andrea nel tandem offensivo. I gialloblù hanno collezionato ben 21 punti dei 30 in classifica al “Monterisi”. Viaggia ad una media inferiore, invece, con la valigia da viaggio: 9 punti in altrettanti incontri e due successi esterni, quelli ottenuti nei derby contro Fidelis Andria e Foggia. All’andata, il Cerignola conquistò il primo successo in questo campionato. La decise, oltre il novantesimo, neanche a dirlo, Giancarlo Malcore. Oggi pomeriggio, la nuova puntata.

Vedi anche

Back to top button