CalcioSport

Gravina, resta l’astinenza da vittorie: ora si cerca un rinforzo in attacco

C’erano due tabù: uno è stato sfatato, l’altro (quello più importante) no. Il Gravina, nel recupero giocato allo stadio “Domenico Conte” di Pozzuoli, ha ritrovato la via del gol, dopo ben nove turni di astinenza. Non è riuscito, però, a centrare una vittoria che sulla Murgia, sponda gialloblù, manca ora da dieci partite e dal 3-0 inflitto al Fasano sul sintetico del “Vicino”, datato 20 gennaio. Poi solo pareggi, cinque, tutti per 0-0, ed altrettante battute d’arresto. È arrivata la sconfitta anche sul campo della Puteolana, nonostante il momentaneo vantaggio realizzato da De Feo in avvio di ripresa. Un gol tanto atteso, quanto inutile per il Gravina, che successivamente ha dovuto incassare il ribaltone dei campani. È successo tutto in quattro minuti, ha fatto tutto Celiento per la compagine di Pozzuoli: prima ha perfezionato l’aggancio, poi ha messo la firma sul sorpasso, sia nella partita che in classifica. La vittoria, infatti, ha consentito alla Puteolana di abbandonare l’ultimo scalino della graduatoria e lasciare la maglia nera del raggruppamento proprio alla squadra di Marco Gaburro. Momentaccio, insomma, per il Gravina, che ora guarda tutte le rivali del girone H dal basso verso l’alto. Sono giorni di profonda riflessione, intanto, tra i vertici societari e non sono da escludere decisioni forti per dare la scossa ad una squadra che ha vinto soltanto tre delle ventidue partite giocate, una sola, quella già citata contro il Fasano, con Gaburro in panchina. Numeri inequivocabili, che non possono essere giustificati solo con le difficoltà incontrate per le lunghe soste provocate dal Covid. Il Gravina, intanto, non scenderà in campo domenica prossima: il derby casalingo contro il Nardò è stato rinviato per le positività di alcuni componenti del gruppo squadra neretino. Il ritorno in campo è fissato per il turno infrasettimanale del 14 aprile, quando i gialloblù saranno di scena al D’Angelo nel derby della Murgia contro il Team Altamura. La società, sul fronte mercato, è alla ricerca di un elemento senior per rinforzare l’attacco: nei giorni scorsi è circolato il nome di Andrea De Iulis, ex Nocerina, che però ha firmato con la Scafatese. Da segnalare, infine, un sondaggio effettuato con Michele Scaringella, attualmente in forza alla Fidelis, per riportarlo al “Vicino”. Trattativa complicata, ma non impossibile. Le vie di un mercato che chiuderà i battenti giovedì prossimo, si sa, sono infinite.

Vedi anche

Back to top button