CalcioSport

Il Bari riparte da Antenucci, parola di Polito: intanto rinnovo proposto a Di Cesare

Il direttore sportivo del Bari Ciro Polito sembra non avere alcun dubbio: nel Bari 2021/22 ci sarà Mirco Antenucci, legato da un altro anno di contratto al club di Strada Torrebella, e nelle intenzioni ci sarebbe anche Valerio Di Cesare, capitano che ha indossato per quattro anni e mezzo, in tre categorie diverse e due periodi storici differenti la maglia biancorossa e che il 30 giugno andrà in scadenza di contratto.


Storie diverse e traiettorie incrociate da un biennio a questa parte, quelle di Antenucci e Di Cesare, identificati dalla piazza come alcune delle icone del falllimento tecnico della scorsa stagione, interrotta nel primo turno della fase nazionale dei playoff per mano della Feralpisalò. L’attaccante, 36 anni, ha iol contratto più oneroso della categoria e ha valutato anche altre soluzioni, complice un rapporto con l’ambiente complicato da dichiarazioni poco felici e un rendimento in picchiata da febbraio in avanti. Di Cesare invece dovrà rispondere nella prossima settimana alla proposta di rinnovo annuale pronta per lui, con stipendio ridotto e una dimensione diversa da quella di titolarissimo delle ultime tre annate.


Eppure i destini dei due sono legati: prima dall’esperienza condivisa a Torino un decennio fa, poi dall’estate 2019 quando Di Cesare – tra una cena in Salento e una chiacchierata informale – ebbe un ruolo determinante nel convincere Antenucci a scendere di due categorie lasciando la Spal per il Bari. Ora Polito e Mignani vogliono fare dell’attaccante, 38 gol e 9 assist in 70 presenze in biancorosso, un punto focale del nuovo progetto tecnico. Starà ad Antenucci accettare la responsabilità e rispondere presente.

Vedi anche

Back to top button