CalcioSport

Il Lavello raccontato dal presidente Caputo: “Lavoriamo su più fronti. Tante idee per il futuro”

Non è ancora campionato, ma l’avvio è decisamente incoraggiante per il Lavello: superato il turno preliminare di Coppa Italia di serie D dopo aver eliminato ai rigori il Casarano, una delle rose grandi firme del prossimo girone H. A differenza della scorsa estate, la realtà del presidente Vincenzo Caputo non parte tra le squadre di prima fascia, ma vuole provare a dare fastidio a tutte. E soprattutto, le idee per il futuro non mancano.

Si lavora su più fronti, dunque. Attenzione massima, naturalmente, anche all’attualità: domenica il Lavello torna in campo per sfidare in trasferta il Nardò nella gara secca del primo turno di Coppa Italia di serie D. Poi dal 4 settembre sarà tempo di campionato: l’esordio è fissato al Vito Curlo contro il Fasano. Il Lavello, insomma, è pronto per stupire. Con un organico profondamente rinnovato, ma anche con due certezze che rappresentano l’anello di congiunzione con le ultime stagioni: Karel Zeman allenatore e Domenico Roma direttore sportivo.

Vedi anche

Back to top button