CalcioSport

La maledizione di Catania continua per la Fidelis. Panarelli: “Resettare tutto e lavorare”

La maledizione di Catania continua. Due pareggi in nove esibizioni per la Fidelis, l’ultima al “Massimino” sabato sera nell’anticipo della seconda giornata di serie C. Due gol per gli etnei, zero reti e zero punti per gli andriesi, che perdono così l’imbattibilità stagionale, dopo la vittoria di Bari in Coppa Italia e la “ics” al “Degli Ulivi” contro la Juve Stabia all’esordio in questo campionato. Un passo indietro per gli uomini di Gigi Panarelli, che però non deve rappresentare un dramma. Ingenuità, come quelle commesse in occasione dei due centri del Catania, non vanno tuttavia più ripetute. O comunque vanno limitate ai minimi termini.

Gli alibi ci sono, seppur parziali: dall’inizio in ritardo della preparazione ad una rosa che è stata completata solo negli ultimi giorni di mercato. La missione riscatto della Fidelis farà tappa domenica prossima al “Degli Ulivi”, con fischio d’inizio previsto alle 20.30. C’è il primo derby in questo campionato per i biancazzurri, che ospiteranno la Virtus Francavilla.

Vedi anche

Back to top button