CalcioSport

Molfetta all’attacco in campo e fuori. Bufi: “Obiettivo professionismo ma a piccoli passi”

Primi giorni di lavoro sul campo, una pelle che cambia attraverso arrivi di qualità: Pizzutelli, Cappiello, Caputo, Boccadamo, Turitto, De Gol. Sono alcuni dei volti in copertina nel Molfetta che guarda al prossimo campionato di Serie D, il secondo di fila dopo un appuntamento mancato per 24 anni, con rinnovata ambizione. Il vicepresidente Saverio Bufi esprime il pensiero societario sui prossimi passi da fare per completare la rosa di Renato Bartoli.

Il Molfetta 2021/22 ripartirà anche da antiche certezze: su tutte, staff tecnico e gruppo societario. Sul campo c’è la consapevolezza di altri passi da fare, per andare oltre quella salvezza tranquilla ottenuta nella scorsa stagione. Bufi non nasconde di essere stato sorpreso da alcuni volti nuovi e di riporre notevoli attese su un paio di profili in particolare.

La crescita del Molfetta procede anche fuori dal rettangolo verde. Lo conferma un’operazione in corso: la trasformazione dell’attuale società in una Srl. Ragionamento da azienda, che punta al calcio professionistico attraverso un progetto polifunzionale che passa anche dalla gestione dello stadio Paolo Poli, dalla crescita del settore giovanile e da altre innovazioni, come la formazione Over 35.

Vedi anche

Back to top button