CalcioSport

Nardò, buona la prima. Ragno: “Abbiamo identità, qui perché ho creduto nel progetto”

Avanti con fiducia. Il nuovo Nardò si è mostrato per la prima volta nel test di San Giovanni Rotondo: 1-1 contro la Fidelis Andria, avversario di categoria superiore. Lucatti ha risposto al vantaggio biancoazzurro firmato da Pinelli ma mister Nicola Ragno guarda al di là del risultato.

Tra gli allenatori più vincenti in D e in Eccellenza, Ragno ha scelto di tornare a Nardò dopo il campionato da voti altissimi di Francavilla in Sinni. Secondo posto e vittoria dei playoff del girone in una stagione avviata con l’obiettivo salvezza.

Tanti sono i giovani in un gruppo profondamente rivoluzionato: tra gli arrivi spiccano nomi del calibro di Agnello e Dambros, a riposo precauzionale nel test contro la Fidelis. Volare basso è la risposta a precisa domanda sugli obiettivi.

Nel weekend scatterà il rompete le righe di fine ritiro. Solo dopo, assicura Ragno, sarà tempo di fissare i prossimi obiettivi in entrata.

Vedi anche

Back to top button